COOP CENTRO ITALIA

Intervista a Ing. Adriano Visconti – Dirigente Organizzazione e Servizi Informatici Coop Centro Italia

Nel proprio sviluppo aziendale RDS ha cercato di proporsi alle diverse realtà economiche che operano sul mercato.
Fra le tante, grande attenzione è stata posta al mondo della distribuzione che rappresenta un importante player economico-industriale con il quale potersi misurare nel cercare di risolverne le esigenze gestionali.
Così è nato e si è sviluppato il rapporto con Coop Centro Italia sc, che iniziato nel 2008 ha trovato la partenza operativa nel 2009.

L’Ing. Adriano Visconti è il dirigente organizzazione e servizi informatici di Coop Centro Italia ed ha svolto il ruolo d’ interfaccia verso RDS nella messa a punto del sistema gestionale.

Perchè RDS?
«Dopo una selezione fra vari possibili fornitori, abbiamo scelto RDS perché rispondeva ad alcuni requisiti che abbiamo trovato essenziali per raggiungere i nostri obiettivi:

    • Italianità, intesa come un prodotto che sapesse interpretare al meglio le complesse materie gestionali in campo civilistico italiano;
    • Azienda con accreditamento importante e con un percorso di crescita non a breve scadenza;
    • Azienda che avesse un pregresso importante di installato gestionale, meglio se all’interno del mondo cooperativo.

A questi requisiti di base RDS ha risposto portando anche l’esperienza di Unicoop Firenze sc, cooperativa che ha sottolineato la soddisfazione sia del sistema gestionale che del personale messo a disposizione.
Uno degli obiettivi che ci siamo dati come Coop Centro Italia era quello di creare, con un partner, un rapporto duraturo negli anni fatto di serietà e capacità professionale.
Volevamo inoltre avere vicino un Fornitore capace di sapersi misurare con le sfide tecnologiche e con le mutevoli necessità di adattamento che il contesto operativo nazionale della GDO ormai impone con tempi serrati.

Quindi i valori che ci hanno fatto scegliere RDS sono stati:

  • Serietà di approccio;
  • Economicità globale della soluzione, rispetto alla concorrenza;
  • Qualità del personale coinvolto, espressa a tutti i livelli con grande professionalità e disponibilità ; qualità verificate nello svolgersi del progetto, in cui abbiamo apprezzato la consistenza professionale dei consulenti intervenuti a vario livello.»

Quando il sistema è andato a regime?
«Dall’inizio del 2009 e l’approccio che abbiamo usato è stato quello di non partire dalla tecnologia, ma dall’analisi dei processi. Abbiamo coinvolto gli utenti fin dall’inizio, ascoltando le loro necessità e dando loro la possibilità di verificare nel contesto specifico della loro attività quanto RDS poteva esprimere. Questo ci ha permesso di partire secondo i tempi definiti progettualmente e nel pieno rispetto delle scadenze concordate, accompagnando gli utenti finali nello svolgimento delle loro attività peculiari grazie anche ad un approccio positivo e collaborativo.»

Come vive il rapporto con RDS?
«l nostro è un rapporto di partnership. RDS non è solo un fornitore di un pacchetto di contabilità generale, ma è soprattutto un consulente preparato e competente, sia su aspetti tecnici che implementativi di carattere gestionale/organizzativo. Siamo inoltre interessati alle ricerche che RDS sta effettuando e ci piacerebbe essere tra i primi ad essere coinvolti nelle verifiche sui contenuti delle loro nuove release; siamo anche interessati ad approfondire con loro tematiche sia tecniche che gestionali. La filosofia di Coop Centro Italia nel rapporto con la tecnologia è molteplice e diversificata: rivolta sia all’interno (verso la struttura operativa di Sede, dei Magazzini e dei Negozi) sia verso il consumatore; approcci diversi, ma obbligatoriamente complementari.
»

Coop Centro al servizio del consimatore; nuove applicazioni tecnologiche?
«La nostra è una realtà di 481.000 soci. Rivolgendoci specificatamente a loro, abbiamo sposato il concetto di tecnologia facilitata , stringendo rapporti con utilities territoriali quali Umbria Acque , Enel , Telecom Italia. Grazie ad accordi tecnici e commerciali con queste aziende, oggi è già possibile pagare le bollette di questi gestori direttamente alle casse di 70 nostri negozi, semplicemente come se fossero beni acquistati sugli scaffali. Questo è stato possibile grazie ad un progetto congiunto con gli stessi gestori, che ha portato alla stampigliatura sulle loro bollette di un codice a barre esteso (128 caratteri), che identifica gli estremi del cliente e del documento in pagamento. Tramite queste informazioni, lette dallo scanner della cassa, si innesca in tempo reale un dialogo telematico con la società emettitrice, che porta – dopo i necessari controlli formali – al pagamento nello scontrino dell’importo dovuto ed al rilascio di una ricevuta di pagamento. Il risultato è un grande servizio al Socio in quanto, oltre a risparmiare tempo evitando code presso i normali canali di pagamento, risparmia anche sul costo della commissione, che è pari infatti a soli 50 centesimi, ovvero la metà del costo praticato in altri sportelli.
»

Cosa vede nel futuro del rapporto RDS con Coop Centro Italia?
«Vedo una sfida stimolante a superarci, ad essere sempre davanti a tutti grazie alla sinergia che sapremo mettere in campo. La sfida con il mercato è quotidiana: metteremo in campo idee, comunione di volontà, professionalità e voglia di emergere.
Seguiremo la strada già intrapresa, fatta anche d’interpretazione delle necessità delle persone, siano essi dipendenti, clienti e/o soci.
»

Hai bisogno di aiuto?
Share This